Le selezioni

La manifestazione si compone di due selezioni:

  • Una prima fase di selezione regionale;
  • Una seconda di selezione nazionale.

Le selezioni Regionali
Ciascun territorio si occupa della prima fase di selezione, predisponendo apposite commissioni di assaggio costituite da esperti assaggiatori iscritti all’albo nazionale degli assaggiatori degli oli di oliva, che selezionano gli oli finalisti. Ogni regione è rappresentata da un numero di sei oli finalisti. A marzo, una Giuria Nazionale, composta da sedici tecnici degustatori in rappresentanza delle 16 regioni olivicole e presieduta da un panel leader, analizza i prodotti finalisti, nel corso di una settimana.

Le selezioni Nazionali
Una Giuria Nazionale, guidata da un capo panel nominato ogni 2 anni dal Comitato di Coordinamento, opera all’interno di una sala di degustazione appositamente allestita per l’occasione secondo la normativa europea, ed effettua il saggio organolettico degli oli selezionati, con le modalità appositamente fissate dal Comitato nazionale. I campioni di olio sono rigorosamente anonimizzati da un notaio prima dell’inizio dei lavori e sottoposti al giudizio dei panelisti negli appositi bicchieri ambrati. Tutte le procedure concorsuali sono svolte sotto il controllo di un notaio che al termine dei lavori della giuria procede ad identificare i campioni risultati vincitori in base alla graduatoria – anonima – presentata dalla giuria.