L’olivicoltura rappresenta da sempre un settore importante per l’agricoltura abruzzese, tanto che i dati pongono l’Abruzzo al settimo posto in Italia in relazione alle superfici olivate coltivate.
La superficie coltivata regionale è infatti di circa 41.923 ettari e la campagna 2016/2017 ha prodotto 5.150 tonnellate di olio, coinvolgendo attivamente  60.776 aziende olivicole e 377 frantoi.
Le piante di olivo sono circa 8.528.359 e le varietà principali presenti sono la Dritta, il Leccino e la Gentile di Chieti; non mancano numerose varietà locali: Tortiglione, Toccolana, Castiglionese, Rustica, Intosso, Gentile dell’Aquila, Carboncella, Crognaleto, Nebbio di Chieti, Leccio del Corno, Itrana.
Gli oliveti sono presenti per lo più nella fascia collinare, sia nei pressi del litorale, sia internamente, ma non mancano olivi nella fascia pedemontana.
Le DOP presenti sono tre: Aprutino Pescarese, il cui disciplinare di produzione prevede come territorio una buona parte della provincia di Pescara; Colline Teatine, principalmente nella provincia di Chieti, con le due sottozone “Frentano” e “Vastese”; Pretuziano delle Colline Teramane, per lo più in provincia di Teramo.


I dati I dati statistici riportati nei paragrafi dedicati alle si riferiscono alle stime di:
Marco Oreggia, Flos Olei 2017; Stime Ismea su dati Agea al 15 Febbraio 2017 (elaborazioni su dichiarazioni frantoi);
National Institute of Statistics, Service Institute for the Agricultural and Food Market on data from the Agency for Agricultural Payments.


Contatti Unione

È POSSIBILE CONTATTARE L'UNIONE
Presso: Sig. Andrea Giordano, Camera di Commercio di Pescara
Telefono: +39 085.4536216
Fax: +39 085.690870
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.